VMO: scrittori buoni e cattivi

Mea culpa se fin'ora non vi ho parlato di VMO.

In verità è difficile, se non impossibile, parlare dei VMO.

Chi sono? Dicono di essere: Vincenzo Maria Ostuni (da cui VMO) e Basile Pesaro Borgna, sardi. Ma se lo sono davvero è difficile stabilirlo.

Prerogagativa del loro poco estico blog è essere impietosi verso la letteratura e chi la fa (o crede di farla): dire le cose come stanno, senza paura né riverenze.

E' facile capire che ben presto questo senza peli sulla lingua ha provocato un po' di scompenso nel mondo letterario on line. Lipperatura ne ha fatti diversi post, e sono finiti anche - grazie ai Wu Ming - sulle pagine dei giornali.

Ma cosa vogliono davvero i VMO? Successo? Vendetta? Nulla?

Nel frattempo c'è chi si dichiara VMO, ma è un po' come quando Giuseppe Genna disse di essere Melissa P. ...

  • shares
  • Mail