Slow Food propone una guida alle Osterie d'Italia

La guida di Slow Food È possibile mangiare bene, riscoprire i sapori delle nostre tante e belle cucine regionali, senza pagare conti da sceicchi? È questo l’obiettivo di Slow Food che anche quest’anno propone “Osterie d’Italia – Sussidario del mangiarbere all’italiana” che dal 1990 è alla ricerca di locali a buon prezzo.

I locali raccontati dalla guida sono più di 1600, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia: “luoghi testimoni dell’identità gastronomica nazionale, luoghi della socialità, del cibo e del vino, luoghi che il nostro immaginario identificava con gli ambienti e l’atmosfera di una vecchia osteria”. Un volume dunque per tutti coloro che dicono basta agli stili di ristorazione estranei alla tradizione nostrana che privilegiano la forma alla sostanza. Poi per quanto riguarda la qualità dei locali menzionati lascio la parola agli esperti di gustoblog.

  • shares
  • Mail