A Mercy, di Toni Morrison

mercy

"Don't be afraid. My telling can't hurt you in spite of what I've done. . . . " E' questo l'incipit di "A Mercy" di Toni Morrison, la scrittrice afroamericana vincitrice del premio Nobel per la Letteratura e il cui primo romanzo, "Beloved", è stato incoronato dal New York Times come il più bello pubblicato in America negli ultimi 25 anni.

Morrison nel 1983 si era ritirata dalle scene abbandonando il mestiere di editore e decidendo di vivere dei diritti d'autore di Beloved dedicandosi completamente alla scrittura del suo secondo romanzo. Dopo più di venti anni, ecco "A Mercy", uscito nelle librerie americane la settimana scorsa, e che come il primo romanzo affronta i temi della schiavitù e della lotta di una donna per sfuggire la crudeltà del suo mondo.

L'ambientazione è nell'ultimo decennio del 1600 e secondo il critico del Los Angeles Times, nel libro si parla della schiavitù nel senso più universale, dei limiti che noi poniamo a noi stessi.

Via | Los Angeles Times

  • shares
  • Mail