Sala professori, di Markus Orths

Copertina di Sala professoriSala professori di Markus Orths, bestseller tedesco pubblicato in Italia da Voland nella bella traduzione di Roberta Gado Wiener, è un romanzo satirico sulla scuola, la cui attualità, ai tempi di Maria Stella Gelmini, è quantomai bruciante.

La scuola descritta dal romanzo è eccessiva, fanatica, competitiva. Una scuola d'eccellenza, vera o presunta, venata di aspirazioni culturali iperboliche e fondata perciò su disumanità e alienazione.

Il vero protagonista di Sala professori è quindi l'ERG di Göppingen, prestigioso istituto scolastico diretto dal folle preside Höllinger, ridicolo despota nazisteggiante che stritola la classe docente nei modi più perversi. Tra le sue vittime c'è naturalmente anche il prof. Kranich, il narratore, giovane e inesperto docente di inglese e tedesco.

Sala professori ha il sapore acidulo di quelle satire sindacaliste che girano per email. È intriso di umorismo alla tedesca che oscilla tra raffinatezza quasi british e scatologia, senza tuttavia mordere mai.

Gli insegnanti rideranno di solidarietà, riconoscendosi nella caricatura delle piccole grandi vessazioni di tutti i giorni. I più si limiteranno a sorridere, godendosi una lettura leggera con qualche spunto felice.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: