Joanne Harris presenta a Roma il suo nuovo libro

foto Harris bianco e nero

Ieri sera a Roma Joanne Harris, autrice di Chocolat, ha presentato il suo nuovo romanzo, Le parole segrete. Nell'ambientazione elegante e sofisticata della libreria Enoarcano nei pressi del Pantheon la scrittrice ha parlato del suo nuovo lavoro, nato da una fiaba inventata per la figlia.

Racconta di un mondo agghiacciante in cui è vietato sognare e giocare, ma non tutti si rassegnano all'appiattimento. Maddy, la protagonista, è un'adolescente tipica, si sente diversa ed esclusa. Nel suo caso però è davvero diversa dalle altre. "Nel mondo che ho creato - racconta la Harris - l'ordine perfetto può sembrare all'inizio una bella cosa, finché non ci si rende conto di cosa sia davvero."

C'è soprattutto magia in Le parole segrete e l'autrice rivela di avere attinto alla tradizione scandinava: "I miti nordici sono spesso incompleti e mi è sembrato interessante riprenderli, aggiungendo del mio." Altre suggestioni provengono da Orwell, la Germania nazista e alcuni ordini religiosi: "Nel villaggio di Malbry il potere controlla tutto e diffonde le sue verità".

Dal pubblico qualcuno chiede se anche gli altri romanzi diventeranno film e lei risponde che ne sarebbe contenta. Non teme infatti gli adattamenti cinematografici e dice di avere apprezzato la pellicola di Chocolat. "Perché dovrei avere paura? - sorride - tanto il mio libro resta sempre lì come l'ho scritto."

Le domandano poi come affronta i momenti di difficoltà. “In qualsiasi carriera ci sono momenti difficili e per superarli bisogna lavorare sempre di più – risponde - Questo mestiere si fa per piacere, se gli scopi sono altri non riesce bene. Consiglio agli scrittori esordienti di leggere molto, perché spesso sono troppo impegnati a fare gli scrittori." Conclude la serata parlando delle parole che, dice, “possono colpire chiunque in qualsiasi parte del mondo”. Paragona, infine, il suo lavoro a quello di una farfalla che sbatte le ali in un continente e provoca un tornado in un altro.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: