Il diario di Helen Berr: scoperta in Francia una nuova Anna Frank

helen berr

"Sta piovendo Morte sulla terra". Lo scrisse la giovane studentessa parigina Helen Berr, 22 anni appena, sul suo diario, il 1 novembre 1943. I suoi amici stavano scomparendo, giorno per giorno, deportati nei campi di concentramento. E lei sapeva che la rete si stava chiudendo anche per lei.

Cosi viene presentato dal Telegraph quello che gli editori di tutto il mondo definiscono come un nuovo "diario di Anna Frank", il "Diario di Helen Berr", già pubblicato in Francia dall'inizio dell'anno, disponibile su Amazon dall'11 novembre e che sarà pubblicato in Italia da Frassinelli nel febbraio 2009. Helen Berr, infatti, scrisse per tre anni l'orrore che incombeva sulla sua vita. Il diario fu ritrovato a casa del cuoco francese non ebreo che ospitò a lungo lei e la sua famiglia.

"Sento che un grande e oscuto sentiero mi attende", annota nel suo diario, destinato al fidanzato riuscito a scappare nella "Francia libera". "Pensare che ogni persona che è stata arrestata ieri, oggi, ogni minuto, è probabilmente destinata a soffrire questo terribile destino. Pensare che non è ancora finita, e che tutto continua con diabolica regolarità. Pensare che se sarò arrestata stasera...tempo una settimana sarò..morta e tutta la mia vita, con l'infinito che io sento dentro di me, sarà spazzata fuori..." Continuerà a scrivere fino al giorno in cui viene arrestata con i suoi parenti, nel sonno, e deportata ad Auschwitz. Era il giorno del suo compleanno, il 27 marzo 1944.

Via | Telegraph

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: