Manuali per l'uso: dai Lego alle tasse

lego
Ce ne sono di tutti i tipi: su come essere nonni perfetti, o campeggiatori modello. Sul costruire presepi napoletani Doc, sul modo per essere un "uomo infedele" senza i rischi del caso o, visti i tempi, su "Come sopravvivere felicemente alla crisi economica" (Manuale pratico per famiglie e single in difficoltà, di Giuseppe Viola, ed. Simple) o su come "autodifendersi dalle tasse", un testo di Abbate e Partilora (Sprea Book)

Sarà che gli editori si sono accorti che un libro vende di più se è considerato "utile" a qualche scopo (indipendentemente dalla serietà dello scopo) o sarà per mille altri motivi, ma in effetti vengono sfornati sempre più "manuali" per fare qualsiasi cosa. Ce ne sono di originali come "Lo sposo. Manuale d'istruzioni. Come sopravvivere o addirittura divertirsi alla cerimonia più spiazzante che l'uomo abbia mai conosciuto" di S. Fowler (ed. Kowalski) o di geniali, come "Lego proibito. Manuale per costruire i modelli che mamma e papà ti hanno sempre vietato" di Pilegaard e Dooley Mike (ed. Rizzoli), che insegna come "costruire rampe di lancio per aeroplanini di carta, pistole semi-automatiche che sparano mattoncini, catapulte per caramelle", insomma tutte cose che ci erano evidentemente proibite in età scolare.

Ce n'è anche uno, adorabile, che insegna in forma di fiaba ai bambini e ai genitori come liberarsi dai "calzini selvaggi" sparsi per casa("Manuale dei calzini selvaggi. Tutto quello che bisogna sapere per difendersi da questa piaga" di P. Prestifilippo, ed. Orecchio Acerbo), ma arriviamo anche a quelli ironici come "Due cuori e una Playstation®. Manuale per ammaestrare il vostro lui alla vita domestica" di Mariella Martucci (ed. Zandegù). E io mi sono innamorata di questo: "Come diventare cavaliere. Manuale per scudieri" di Steer Dugald (Fabbri)

  • shares
  • Mail