Khaled Hosseini contro McCain

hosseiniE' questo in sostanza il messaggio del medico-scrittore afghano Khaled Hosseini, autore dei bestseller Il Cacciatore di Aquiloni e Mille Splendidi soli, relativamente alla polemica che infiamma la corsa alla presidenza Usa.

C'è un'aria razzista, secondo lo scrittore, ai comizi di John McCain e Sarah Palin, proprio a partire dalla loro scelta di evidenziare ostentatamente in ogni occasione il secondo nome di Obama: Barack Hussein Obama.

«Calcare in modo dispregiativo sul secondo nome è profondamente offensivo per milioni di pacifici musulmani americani, rispettosi della legge - ha scritto Hosseini sul Washigton Post, ripreso dal Corriere della Sera - così come lo è sentir insinuare che il secondo nome di Obama lo rende una persona sospettabile. E, a giudicare dalla reazione della folla a questi comizi, qualcuno da perseguitare o anche uccidere».

Via | Corriere

  • shares
  • Mail