Dizionario affettivo della lingua italiana, di Matteo B. Bianchi e G. Vasta

dizionarioCome nota il giornalista de "Il Sole24 ore", recentemente sembra si sia diffusa la moda dei "dizionari creativi": la collezione di lemmi di Tiziano Scarpa e altri su Il primo amore, il Lexicon di Pordenonelegge a cura di Alberto Garlini, e il manuale di slang urbano Bruttastoria.

Ecco allora che arriva anche il "Dizionario affettivo della lingua italiana" (ed. Fandango), a cura di Matteo B. Bianchi e Giorgio Vasta. Originale l'idea di affidare a 300 scrittore il compito di "definire" altrettanti lemmi, ovvero una loro "parola preferita".

Gli autori: da Andrea Camilleri a Sandro Veronesi, da Paolo Giordano a Gianluca Morozzi, passando per Arbasino. Il modello, nota l'articolista, è il Future Dictionary of America, pubblicato da McSweeney's nel 2005. Da rispolverare, se l'argomento vi appassionasse, i "Sillabari" di Goffredo Parise, vero dizionario sentimentale e letterario in cui ogni parola viene definita da un vero e proprio racconto. Li porterà in scena Paolo Poli nel 2009 a teatro, a Roma.

Via | Il Sole24ore

  • shares
  • Mail