Storie vere del Mediterraneo per un progetto di Biblioteca Integrata: lasciate la vostra


Si tratta di un'avventura ambiziosa ed esaltante, che invita tutti gli scrittori interessati a inviare la propria storia che entrerà così a far parte di un grande progetto di Biblioteca Universale in nove diverse lingue (inglese, francese, spagnolo, italiano, greco, turco, arabo, catalano ed ebraico).
L'idea, che é già partita a fine 2012 per entrare nel vivo proprio in questi giorni, si propone infatti di creare un vero e proprio punto di riferimento legato a racconti popolari, aneddoti, leggende e testi narrativi di vario genere, caricati dagli autori stessi su un sito ad hoc ed inseriti in un grande base di dati che li rende disponibili on-line e selezionabili in base ad una serie di macro-categorie come amore, infanzia, amicizia...

Molti di questi contributi sono disponibili anche in traduzione e in alcuni casi anche in versione audio, come "Ho pescato un sottomarino" del siciliano Franco Sferlazzo, per permettere un accesso più ampio ed allargare il bacino di utenza, ma quel che hanno in comune é proprio il loro carattere terrestre, il radicamento, che unisce temi apparentemente lontanissimi in un solo bacino, quello del Mare Nostrum.

Sono in lingua originale e non sono state sottoposte a nessuna correzione. A partire da gennaio 2013, nella cornice di Marseille Provence capitale europea della Cultura vi proporremo ogni mese una selezione di storie, accessibili cliccando sulla homepage o sulla sezione "parcours".

Via | mp2013.fr/histoiresvraies

  • shares
  • Mail