Aayan Hirsi Ali: l'infedele riemerge dall'isolamento

aayan hirsi ali, infedele, islam Succede che, più che vincere un premio letterario, faccia notizia presentarsi alla cerimonia di premiazione. Giovedi scorso i 600 invitati alla cerimonia dell'Anisfield-Wolf Book Awards sono rimasti senza fiato per la presenza della scrittrice somala Aayan Hirsi Ali.

L'autrice è stata premiata a sorpresa per il suo libro "Infedele". Hirsi Ali, ex legislatore olandese di 38 anni, vive sotto protezione a Washington. La sua storia personale, purtroppo, non è singolare. E' difficile vivere in isolamento a causa delle minacce di morte da parte di musulmani offesi dalle parole di un libro.

Soggetta a mutilazione genitale ed obbligata ad un matrimonio non consensuale, l'autrice è stata costretta a rifugiarsi in Olanda. Nel suo saggio descrive la violenza di alcuni principi islamici e ne suggerisce il rifiuto. Una storia, purtroppo non l'unica, che richiama alla mente altri esempi più o meno famosi. Ultimo, il clamore sulla pubblicazione de "Il gioiello di Medina". L'amore per la letteratura vale abbastanza da precludere la libertà personale?

Fonte | YahooNews

  • shares
  • Mail