Caro libri: dal web la soluzione TextBookRevolt

scuola, caro libri, libri di testo

In questi giorni di inizio anno scolastico il caro libri la fa da padrone sulle pagine dei giornali. Dalle accuse delle associazioni dei consumatori agli editori, alle proposte di legge della Gelmini, ai mercatini improvvisati davanti alle scuole, una soluzione auspicabile arriva dal web: si chiama TextBookRevolt.

Il concetto del sito è semplice, alla stregua della filosofia su cui si basano le applicazioni web 2.0 in cui ognuno può scambiare la porzione di conoscenza che possiede. Basta iscriversi al sito, inserire in archivio i libri che si possiede e quelli di cui si ha bisogno. Tutto qui. Per il resto è sufficiente entrare in contatto con le persone che sono nella tua stessa situazione ed iniziare lo scambio.

La logica, semplicissima, è quella del baratto. A mezzo web, però. Condividi i tuoi libri con gli altri e riceverai quello che cerchi. Ognuno diventa la parte di un processo di condivisione che se non può risolvere alla radice il problema, almeno ti potrà far risparmiare. Per ora TextBookRevolt è attivo solo per i college americani, ma qualcosa del genere farebbe comodo anche qui in Italia.

Fonte | KillerStartup
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail