Acido lattico: quando lo sport è doping

Saverio FattoriE' bello e intenso, Acido Lattico, ultimo romanzo di Saverio Fattori. E di estrema attualità. Con l'overdose sportiva di questa estate (prima gli Europei di calcio, poi le Olimpiadi cinesi) e ancora prima, persi tra Giri d'Italia e Tour de France, abbiamo sentito parlare di doping, tra scandali e alzate di spalle, "che tanto lo fanno tutti".

Anzi, è chi si fa beccare che è poco furbo, i media sacrificano periodicamente una vittima sull'altare mediatico e sotto, in fondo, rimane sempre tutto uguale, a ogni livello. Ed è proprio questo che ci racconta Fattori, lucidamente, da dentro, dall'allenamento per l'atletica di quei ragazzi che hanno qualche numero, future promesse dello sport, in mano a preparatori e medici, sempre sotto pressione e in competizione.

Claudio Seregni è una promessa per l'atletica italiana. Corre. Vuole arrivare davanti a tutti. Sempre. Dalle prime pagine non riusciamo a provare simpatia per lui, fa di tutto per respingerci, pensa solo a correre, a migliorare i suoi tempi e a collezionare biografie di atleti che hanno fallito. Ha in testa le Olimpiadi di Pechino: se il fisico non ce la fa, la chimica aiuta.

Così il protagonista finisce in una spirale cupa. Il suicidio di Clara, una ex promessa del mezzofondo, lo porta a indagare, a domandarsi, a scoperchiare il fondo nero di quello che succede, mentre le giornate perdono il ritmo, gli allenamenti saltano, il fisico sta per scoppiare, la vita si frammenta.

Perché portare il corpo umano oltre i suoi limiti fisici richiede un intervento esterno, farmaceutico, altrimenti non si regge. Si scoppia. Si muore. Fattori mescola abilmente realtà e finzione in queste sue pagine, portandoci con lo sguardo in un mondo che sembra aver abbandonato ogni onestà, ogni genuinità in cambio di prestazioni e risultati migliori, in cambio del senso stesso che dovrebbe essere alla base di ogni disciplina sportiva e che ormai sembra essere inesorabilmente perduto.

Saverio Fattori
Acido lattico
Gaffi
158 p., 11 €

  • shares
  • Mail