Tom Cruise, un film sul mostro di Firenze

tom cruise, hollywood, the monster of florence Una rivincita per Mario Spezi, morale ed economica. Tom Cruise si è infatti assicurato i diritti cinematografici del suo bestseller "The Monster of Florence", scritto a quattro mani con il mago del thriller Douglas Preston, negli USA otto settimane nella top ten del New York Times.

L'attore americano, patron della United Artist, investirà circa 50 milioni di dollari per realizzare la pellicola, di cui sarà produttore, e forse anche attore, in una partnership che vede coinvolte anche la Metro Goldwin Mayer e la Warner.

Sembra che Tom Cruise si sia innamorato della vicenda ed abbia divorato le pagine del libro. Tutt'altro destino in Italia per gli autori: Mario Spezi, che da quarant'anni si interessa della storia di Pacciani e dei compagni di merenda, è stato in carcere per 23 giorni nel 2006 con l'accusa di depistaggio delle indagini, l'amico Preston fu espulso dall'Italia con la stessa accusa.

Una bella rivincita dunque per i due autori che secondo le indiscrezioni avrebbero già intascato un milione di dollari a testa dalla vendita dei diritti. Il successo del film, la cui produzione inizierà circa tra un anno, è assicurato. Le premesse non lasciano pensare altrimenti. A Chris McQuarrie, premio Oscar per I Soliti Sospetti, la sceneggiatura della pellicola.

Fonte | Corriere Fiorentino
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail