Quando Gide rifiutò La recherche

Libri di Marcel Proust Lo sapevate che anche Marcel Proust si vide rifiutata la famosa Recherche? Un incoraggiamento per tutti i poveri esordienti che si vedono sbattute decine e decine di porte in faccia.

Il tutto è documentato nel carteggio tra il grande scrittore francese e André Gide, pubblicato dalla casa editrice SE nei tascabili classici con il titolo Marcel Proust, Lettere a André Gide. Quest'ultimo era, a quel tempo, codirettore della prestigiosa rivista Nouvelle Revue Francaise e, dopo avere dato una letta frettolosa al manoscritto di Proust, decise di rifiutarlo, poiché reputava l'autore un dilettante mondano.

In seguito Gide si pentì amaramente e propose a Proust di pubblicare con lui gli altri volumi di Alla ricerca del tempo perduto. Ma ormai era troppo tardi, anche perché lo scrittore non aveva intenzione di lasciare Grasset che gli aveva dato fiducia da subito. Scrive Gide nella prima lettera: "Aver rifiutato questo libro rimarrà il più grande errore della N.R.F. - e (poiché ho la vergogna di esserne in gran parte responsabile) uno dei rimpianti, dei rimorsi più cocenti della mia vita".

Nonostante ciò tra i due si crea una fitta corrispondenza che proseguirà fino alla morte di Proust, nel 1922. Le lettere sono una preziosa e interessante testimonianza dell'amicizia e stima tra due grandi personalità del Novecento.

  • shares
  • Mail