10 domande a Tom Wolfe

tom wolfeTom Wolfe si è sottoposto, per il Times, a una intervista fatta interamente con le domande dei lettori: ne sono state selezionate 10 in tutto, per l'autore del "Falò delle vanità" e pionere del New Journalism (un giornalismo che racconta le notizie in forma letteraria). Wolfe inizia dichiarando il titolo del libro a cui sta lavorando: "Back to blood", un "romanzo ambientato a Miami, sul tema dell'immigrazione".

Secondo l'autore la fiction letteraria oggi è "patetica", gli autori vengono da master che servono a poco, e farebbero meglio a imparare dalla nuda lettura di grandi autori come Faulkner, Hemingway, Steinbeck.

Ma Wolfe parla con autoironia anche della sua mania di vestire sempre di bianco (una casualità che avvenne durante la sua prima intervista come scrittore, e che continua a portare avanti) e del fatto di aver dichiarato pubblicamente di aver votato Bush (me ne sono pentito, dice in sintesi, date le reazioni sarebbe stato meglio se vi avessi detto "sono un pedofilo").

Via | Time.com

  • shares
  • Mail