Berardinelli: Umberto Eco scrive spazzatura

Una foto artistica di Umberto Eco

Alfonso Berardinelli è un importante critico letterario, molto avvezzo alla polemica aspra. Basti dire che si dimise nel 1995 dall'Università di Venezia, in cui insegnava Letteratura italiana moderna e contemporanea, in polemica con gli altri intellettuali che «aspirano alla sicurezza». Tra i suoi volumi più famosi, L'eroe che pensa, La forma del saggio e il recente Che noia la poesia.

Sul Foglio di ieri, nell'ambito di una polemica contro Nanni Moretti, Eugenio Scalfari, il giornale la Repubblica e il centrosinistra italiano, Berardinelli ha scritto con molta chiarezza che «se fosse per le mie opinioni critiche, i romanzi di Umberto Eco e il libro di filosofia di Severino potrebbero sprofondare nella pattumiera».

Il nome della Rosa, Il pendolo di Foucault, L'isola del giorno prima, Baudolino e La misteriosa fiamma della regina Loana: è tutta spazzatura? Voi che ne pensate?


Foto | Flickr


  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: