Rushdie-Evans: tutto risolto

rushdie, fatwa, evans Sembra sia giunta a conclusione la telenovela tra Salman Rushdie e l'ex agente di polizia della sua scorta, Ron Evans, autore di una chiacchierata biografia sullo scrittore anglo-indiano. L'autore di On Her Majesty’s Service ha ammesso che il manoscritto contiene delle menzogne e che saranno apportate le necessarie modifiche.

La ritrattazione arriva dopo che il legale di Rushdie, Mark Stephens, come avevamo già segnalato, aveva intimidito l'editore delle memorie, John Blake Publishing Ltd, di ritirare il libro e di rimuovere le falsità sul conto del suo assistito.

Alcuni estratti della biografia descrivevano Rushdie come meschino e arrogante, Scruffy l'appellativo usato dagli agenti della scorta, che, stufi del suo carattere, pare lo abbiano rinchiuso in un armadio del sottoscala per poi andare a farsi un paio di birre in un pub del posto. Ron Evans ha dichiarato che molte delle storie pubblicate in anteprima sono false.

Nessun risarcimento danni richiesto da Rushdie. L'editore ha dichiarato che probabilmente, una versione rivisitata del libro, la cui uscita era prevista per il 4 agosto scorso, sarà nelle librerie nella prossima settimana. Sarà la conferma decisiva?

Fonte | Guardian
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail