Israele rifiuta Harry Potter e Pinocchio in versione araba

"Il ministero dell'industria e del commercio che ha imposto all'editore arabo-israeliano Salah Abassi di non importare piu' libri per ragazzi in lingua araba provenienti da paesi nemici storici di Israele". Cronaca di oggi, che riporta come qualsiasi libro in traduzione araba proveniente da paesi "nemici di Israele" venga considerato fuorilegge.

Il ministero lo ha stabilito appellandosi a un vecchio decreto risalente al 1939. Il problema che si pone per i distributori di libri, ora, è molto pratico, come riporta una fonte. E cioè che alcuni libri sono tradotti e stampati solo in Siria e Libano, e non anche in Giordania ed Egitto, e quindi non potranno essere commercializzati in Israle, solo per essere passati in terre "nemiche" del paese.

Via | Agi
Foto | FLickr

  • shares
  • Mail