La classifica dei libri della settimana. Fra Gruber e J. K. Rowling

Dalla riflessione più spirituale (Ratzinger) a un salto nella nostra storia passata (Gruber) passando per un gigante della fantasia com J.K. Rowling e l'ottimo Gramellini. E' una classifica piuttosto frizzante quella dei libri più venduti della settimana elaborata da Nielsen Bookscan.

Che ci riporta, ancora in vetta, L'Infanzia di Gesù di papa Ratzinger (Rizzoli). Alle sue spalle il buon Sepulveda con Storia di un Gatto e del Topo che diventò suo amico (Guanda) e la impareggiabile Madama Sbatterflay di Littizzetto (Mondadori).

In quarta posizione, come anticipavamo qualche riga più su, Lilli Gruber e il suo Eredità-Storia della mia famiglia fra Impero e fascismo (Rizzoli) ovvero un racconto largamente basato sul diario, ritrovato, della bisnonna della giornalista, Rosa, nata austriaca e divenuta italiana, poi perseguitata dal fascismo.

Alle sue spalle, continua nelle nostre letture il revival Mazzantini con il suo Venuto al mondo (Mondadori) sull'onda del successo del film del marito Sergio. Non molla neanche Cammilleri, questa settimana in sesta posizione con il suo Una voce di notte (Sellerio).

New entry in classifica per Confiteor, libro intervista di Mucchetti a Cesare Geronzi (Feltrinelli). Poi c'è Gramellini e il suo Fai bei sogni (Longanesi). Non desistono, in penultima posizione, le Cinquanta sfumature di grigio di E. L. James, mentre entra dalle retrovie, per così dire, J. K. Rowling e il suo Il seggio vacante (Salani), storia suggestiva delle dinamiche sociali che si scatenano in un piccolo paese quando, improvvisamente, muore uno dei consiglieri municipali, lasciando, appunto, un seggio vacante.

Via | TuttoLibri

  • shares
  • Mail