Le perle di Lulu: Deus Mater

Le perle di Lulu

Inauguriamo una rubrica di pesca. Non lacustre né marina, ma letteraria. La pesca di BooksBlog avviene su Lulu, il celebre sito che consente a qualunque scrittore di pubblicare e vendere le proprie opere senza passare dal giudizio - o dal veto - di una casa editrice.

Il libro che presentiamo oggi, edito esclusivamente su Lulu, è Deus Mater del giovane autore messinese Andrea Tringali, breve romanzo che si ripropone di tenere fede all'insegnamento di Bradbury secondo cui la fantascienza non fornisce previsioni esatte, ma anticipa le angosce collettive.

Andrea Tringali, credo si possa dire che il suo è un romanzo post-apocalitico. Forse l'espressione latina - come Dies Irae - evoca proprio quest'idea di apocalisse?
No. Semplicemente, qualcosa come titolo lo si doveva pur mettere.

Ma l'apocalisse c'è in Deus Mater, o no?
Apocalisse è in fondo una definizione già improria, il racconto è più un fantastico che un fantascientifico in senso stretto. Gli eventi e i personaggi sono più simboli che agenti. È un'apocalisse nella misura in cui lo si considera un testo simbolico; altrimenti, The day after tomorrow è molto più figo, come immaginazione della Fine.

Alla cosiddetta, diciamo "apocalisse" di Deus Mater segue una sorta di palingenesi sociale.
In uno dei passaggi di Deus Materho voluto supporre che, alla visione maschile della divinità, tipica di società più evolute, se ne sostituisse una più primitiva, matriarcale. L'unione del genere maschile con quello femminile, nel titolo, rivela l'inesistenza del costrutto divino, assumente attributi chimerici.

Deus Mater costa 7.06 euro in versione cartacea (che viene spedita direttamente a casa), oppure 1.25 euro in formato e-book scaricabile. Ha fissato lei questi costi? Sono indicativi del valore materiale dell'opera?
No, li ha messi Lulu in automatico. Però un euro di obolo per me medesimo l'ho messo io. Sa com'è, ho una passione per le chitarre costose.

  • shares
  • Mail