Le lettere di John Lennon by Hunter Davies

Hunter Davies, giornalista, nonché biografo dei Beatles e amico di Yoko Ono, ha impiegato otto lunghi anni per riunire un'eccezionale raccolta di missive del defunto John Lennon. Scovate pazientemente e collezionate con l'aiuto dell'ex-compagna del mitico John, le lettere in questione sono oggi disponibili con appendici descrittive, in un libro fuori dal comune, che ripercorre attraverso la scrittura l'esistenza del mito, ma soprattutto dell'uomo tragicamente scomparso l'8 dicembre di ormai 22 anni fa.
I suoi rapporti umani e professionali, la sfrenata fantasia, l'ilarità e l'amarezza, si trovano negli interstizi di quei fogli di carta colorati a mano o a macchina, in una chicca che figurerà a buon titolo sotto gli alberi di Natale di parecchi appassionati. Perché ne "Le lettere di John Lennon" Davies ha trovato parecchie centinaia di pezzi e ne ha conservati solo 250, per rintracciare con intimità e realismo, le tappe della vita di una delle più affascinanti stars del XX° secolo.

Dai primi souvenir quasi infantili, destinati alla moglie Cynthia, il suo first love, ai numerosi disegni con didascalia, fino all'ultimo autografo firmato qualche ora prima della sua morte, passando per le lettere al padre e per il messaggio di quasi rottura con Paul McCartney, la parabola di un personaggio straordinario si offre al lettore con molte tracce di verità e palpita ancora tra le righe, annullando in riflessioni condivisibili, o meno, la distanza che ci separa da Lennon, che confessava all'amico Stuart Sutcliffe nel 1961:

Ormai non so più veramente a chi sto scrivendo. In genere scrivo così e non sto a pensarci, ma quando spedisco è come una piccola parte di me che se ne va nelle mani di qualcuno lontano chilometri e chilometri che si chiederà che diavolo sta succedendo...

Via | librimondadori.it/libri/le-lettere-di-john-lennon

  • shares
  • Mail