Harry Potter e il Principe Mezzosangue: spoiler cap. 12 e 13

Cliccando su "continua" è possibile leggere gli spoiler del capitolo 12 e 13.

Capitolo 12 | Argento e opali

Prima gita a Hogsmeade per il trio, che si rivela un fiasco totale. La giornata e’ gelida, e vedono il fratello di Silente parlare con Mundungus. Poi Harry si accorge che Mund sta cercando di vendere degli oggetti d’argento rubati da casa di Sirius (cioe’ ora sua) e ha uno scatto di nervi.

Mentre ritornano al castello Harry è pure scocciato perchèéin giro non ha visto Ginny, e pensa che di sicuro sia nella sala da the delle coppie con Dean.

Davanti a loro ci sono Katie bell e una amica, ed ad un certo punto Katie inizia a fluttuare nell’aria e a urlare di dolore: e’ stata maledetta e viene portata in infermeria e poi al San Mungo.

Si scopre che aveva trovato un pacchetto nei bagni del pub e da allora si comportava in modo strano. Quando il pacchetto si e’ rotto dentro ha trovato una collana di opali maledetta, che ha ferito Katie quando l’ha toccata.

Harry dice alla Mc Granitt che per lui e’ opera di Malfoy, ma nemmeno lei gli crede, anche perché Malfoy quel giorno non era a Hogsmeade ma in punizione con lei.



Capitolo 13 | il Riddle segreto


Un'altra lezione privata per Harry, ed un altro tuffo nel passato, questa volta direttamente nei ricordi di Silente.

Tra l’altro Silente dice che la misteriosa collana di opali é la stessa che aveva Merope come unica ricchezza , e che ha venduto per pochi galeoni quando era incinta per potersi mantenere.

Vediamo un giovane Silente professore che si reca nell’orfanotrofio dove Tom Marvolo Riddle e’ cresciuto, dopo che sua madre l’ha partorito ed e’ morta.

Gli deve comunicare che e’ stato ammesso ad Hogwarts. La direttrice gli dice che e’ un bambino strano, e che spaventa gli altri, anche se non ne hanno le prove.

Ha impiccato il coniglio di un compagno perche’ avevano litigato per esempio.

Quando Silente gli dice che e’ un mago, Tom 11enne dice “lo sapevo di essere speciale”, ed aggiunge di odiare il suo nome perché "troppo comune”.

Silente già allora si era accorto che Tom aveva un'indole malvagia. Sin da bambino e senza sapere di essere un mago era riuscito, infatti ad imparare a controllare la magia e ad usarla per punire i suoi compagni, che riteneva inferiori davanti a lui. Ovviamente aveva già capito di poter parlare ai serpenti, e ci provava pure gusto.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: