Halloween da lettori con La caduta della casa Usher di Edgar Allan Poe


Nella note dei fantasmi e delle streghe di zucchero e mandorle, c'è un autore capace di calare anche i più scettici nell'atmosfera da brivido. Si tratta di un autentico gigante della letteratura, quell'Edgar Allan Poe che molti hanno imparato ad amare con "Il cuore rivelatore" e continuato ad apprezzare nei suoi "Racconti del terrore", nei quali tra ombre, misteri occulti, corvi e gatti neri, spuntano autentici gioiellini di genere come "Il pozzo e il pendolo" e "La rovina della casa degli Usher" (conosciuto anche come “Il crollo della casa degli Usher” o anche “La caduta della casa degli Usher”, a seconda della traduzione dell'originale "The fall of the house Usher").
E' proprio a questa seconda storia pubblicata nel 1839 sul periodico The Graham's Lady and Gentleman's Magazine, e poi inserita nella raccolta "Racconti del grottesco e dell'arabesco", che vi invitiamo a scoprire o rispolverare per l'occasione, magari dopo aver dato un occhio alla scomparsa della vera dimora dello scrittore.

Una vicenda oscura che passa per uno degli usuali artifici di Poe, e mette al centro proprio il lettore, protagonista della progressiva scoperta dei misteri della Casa Usher, inquietante maniero di proprietà della famiglia dell'amico Roderick Usher e della sorella Lady Madeline, la cui presenza rasenta il fantasmagorico...

Chi percorre, ancora, la valle,
dietro quelle vetrate rossastre
scorge forme in moto confuso,
ode musiche senza ritmo;
mentre esce una folla di mostri
attraverso la porta oscura,
come un fiume lugubre in piena; ride
ma non sorride più.

Immagine da facebook.com

Via | diunlibro.it

  • shares
  • Mail