Con i versi di Dante? Mi ci tappezzo il salotto

Ebbene sì, esistono da bel 3 anni: le "Carte da Pareti" nascono sull'onda del successo del buon Sermonti che se ne va in giro a declamare la Divina Commedia, e consentono di tappezzare casa con i versi dell'Inferno, Purgatorio o Paradiso.

L'idea commerciale è venuta per prima ad una casa editrice, La Bella Scola di Francesco Sforza, che, leggo, "vuole così rendere fruibile la poesia sulle pareti". L'iniziativa, per la cronaca, ricevette anche il plauso di Carlo Azeglio Ciampi.

Con un verso, insomma, ti puoi arredare casa. La cosa più bella forse sarebbe poterli cambiare sempre, esplorando ogni volta un argomento diverso affrontato dal Divin poeta. Ma forse qualcuno sta già pensando a crearne una versione "staccabile".

Via|Il tempo
Foto|Flickr

  • shares
  • Mail