Ma è davvero sempre colpa di Internet?

"La Brockhaus Enzyklopaedie dal 15 aprile prossimo sarà consultabile on-line gratis in Internet, mentre il finanziamento avverrà attraverso la pubblicità", leggo nelle cronache.

Ma quello che mi ha colpito è il commento accluso: si tratterebbe di "uno dei più spettacolari esempi in Germania della minaccia concreta che rappresenta Internet per i modelli tradizionali di business". L'Enciclopedia tedesca infatti "dubita che possa esserci una nuova edizione su carta", e si è fermata per ora all'edizione del 2005: 30 volumi, oltre duemila euro di costo.

Però mi domando: ma davvero è sempre "colpa" di internet? Perchè si parla di "minaccia" e non di "nuova opportunità"? La crisi dell'enciclopedia citata non dipenderà piuttosto da un fisiologico crollo delle vendite data la crisi economica che sta attraversando il pianeta? E allora il fatto che il Corriere della Sera ha messo on line parte del suo archivio storico, è sempre "colpa" di internet?

Via|La Gazzetta del mezzogiorno
Foto|Flickr

  • shares
  • Mail