Il corpo e il sangue d'Italia: sulle tracce di Saviano

Vi segnalo una bella intervista sul volume, uscito per Minimum fax, "Il corpo e sangue d'Italia" il libro è scritto da 8 autori - Ornella Bellucci, Silvia Dai Pra', Alessandro Leogrande, Stefano Liberti, Alberto Nerazzini, Antonio Pascale, Gianluigi Ricuperati, Piero Sorrentino - che hanno scelto di affrontare ognuno "un tema coinvolgente e importante che vede l'Italia protagonista".

Ne sono venute fuori 8 racconti-reportage su quello che nell'intervista viene definito un "paese sconosciuto", che i media tradizionali non sanno più raccontarci:

"sappiamo benissimo che cosa diceva Azouz alla fidanzata prima di portarsela a letto o che pasta mangiava Moggi, cose che non mi servonoa capire cos’è l’Italia. In qualche modo è un paese sconosciuto perché è un paese incompreso. Quindi serve un metodo interpretativo, un approccio partecipativo diverso da parte degli scrittori, dei reporter e giornalisti".

I testi raccolti trattano di "una serie di luoghi comuni: l’integralismo islamico, il doping nelle palestre, il rapporto difficile tra maternità e lavoro, la ‘ndrangheta, la camorra". Raccontati e in qualche modo vissuti in prima persona dai giovani scrittori che, secondo il loro curatore, hanno in piccolo seguito la strada narrativa aperta da Roberto Saviano.

Via|Wuz

  • shares
  • Mail