Ciò che conta è la bicicletta di Robert Penn

Cosa ci vuole per essere felici? A sentire l'autore Robert Penn pare che la soluzione al problema sia molto semplice: andare in bicicletta. E lo si evince appena aperto il suo libro Ciò che conta è la bicicletta - La ricerca della felicità su due ruote (ed. Ponte alle Grazie, prezzo 14.00€), dove spicca una curiosa foto di Albert Einstein sorridente sulla sua bici.

Si parte con gli accenni storici sulla diffusione di questo primo mezzo "a propulsione umana" che ha contribuito a dare una bella svolta alla storia, quella safety bicycle (prima della quale c'era una versione con le coperture delle ruote in ferro, chiamata "scuotiossa"), che negli ultimi anni dell'800 accompagnò anche il fiorire dei primi circoli ginnici e delle corse professionistiche.

La bici, che tra i suoi innegabili vantaggi ha il fatto che basta imparare una volta e te lo ricorderai per sempre, si impone subito come archetipo di indipendenza, un'icona che a tutt'oggi infatti ha mantenuto pressochè inalterato il suo fascino, grazie alla semplicità con cui ti consente di muoverti per il mondo.

Nei vari capitoli la si disseziona in lungo e in largo, questo è un libro chicca per gli appassionati del ciclismo, che già ne sanno parecchio, ma che qui troveranno tanti aneddoti e approfondimenti su: il telaio e le sue evoluzioni, il sistema di sterzo (così poco evidente eppure fondamentale), di disturbi classici degli habitué come l'intorpidimento delle mani e bici su misura, del rapporto tra manubrio e dimensione delle mani; tutte cose che Penn deve valutare nel complesso progetto di costruirsi la bici perfetta (almeno per il suo corpo). Ma molto c'è da imparare anche nelle escursioni sulle montagne del mondo grazie alla fedele mountain bike, dove l'autore chiacchierando con le guide locali apprende i segreti dei percorsi e come in alcuni casi, da tracciati difficili sia nato un certo modello particolare. Ancora una volta insomma, l'ideale di felicità è legato al movimento e al viaggio in particolare, che grazie a questo veicolo si riconferma momento di crescita e forse anche per questo di grande, suprema soddisfazione.

  • shares
  • Mail