Clemente Mastella visto da vicino

Come tante altre volte in questi anni, l'ormai ex (?) Ministro della Giustizia Clemente Mastella è balzato agli onori della cronaca, appunto, giudiziaria. Stavolta per via indiretta, dopo gli arresti domiciliari notificati alla moglie Sandra Lonardo in Mastella, Presidente del Consiglio regionale campano, per presunta concussione in ambito sanitario.

La vicenda politica di Clemente Mastella - «che nel 2000 fece il testimone di nozze al braccio destro di Provenzano insieme a Cuffaro» e «che si vantava di essere il Moggi del centrosinistra», secondo quanto riferisce Marco Travaglio - è oggetto di una biografia (non autorizzata) di Leopoldo Parente, intitolata Clemente Mastella visto da vicino, edita dallo stesso autore ma reperibile in tutta Italia.

Sin dal 2005, anno d'uscita di Clemente Mastella visto da vicino, l'ex (?) Ministro della Giustizia ha scatenato una battaglia giudiziaria degna di un vero legal thriller.

Prima ha chiesto un milione di euro all'autore, a risarcimento dei «gravi danni» arrecati all'immagine mastelliana. Poi il sequestro di tutte le copie messe in circolazione.

Infine, come nei migliori thriller, è arrivato il colpo di scena. Nel giugno 2006 la famiglia Mastella ha deciso di perdonare Leopoldo Parente, rinunciando alle richieste di risarcimento, peraltro fino ad allora sempre disattese.

Conclusa così la burrasca in quel di Ceppaloni, rimane però un libro che è, ad oggi, l'unica biografia organica su uno dei Ministri della Giustizia più controversi della storia della Repubblica. Non disperiamo in prossimi aggiornamenti...

  • shares
  • Mail