Il tao del viaggio, di Paul Theroux

Paul Theroux, Il tao del viaggio. Quando la saggezza viene dalla stradaEmilio Salgari lo diceva senza mezzi termini: “Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli”. Mi è venuta in mente questa frase nel leggere il libro di Paul Theroux dal titolo Il tao del viaggio. Quando la saggezza viene dalla strada.

Quello di Theroux è un libro fatto di libri: un insieme di citazioni su vari aspetti del viaggio, come anche molte curiosità legate al mondo dei libri e del viaggio. Ho scritto insieme di citazioni, ma sarebbe più corretto dire che si tratta di un “libro di intuizioni”, un “distillato” di saggezza intorno al mondo del viaggio. Scrive l'autore:

Questo libro di intuizioni, distillato di visioni e piaceri vissuti da vari viaggiatori, raccolta di osservazioni trovate in libri miei e altrui, si basa su decenni di viaggi e letture. È inteso anche come guida, manuale, miscellanea, vademecum, lista di letture, insieme di reminiscenze. Poiché il viaggio è spesso una metafora della vita, molte osservazioni fatte da viaggiatori contengono come per caso un che di filosofico, perfino metafisico. «Non puoi percorrere il sentiero se non sei diventato il sentiero stesso», ha detto il Buddha.

E, poco prima:

La raccolta che presento qui ha come tema la gioia che si prova a viaggiare e a leggere storie di viaggi. A volte si parla invece di sofferenze, ma nel ricordo anche la sofferenza può dare nostalgia. Mentre rileggevo alcuni dei libri [di viaggio, ndr] mi sono accorto di quanto fossero datati, e proprio per questo importanti come documenti storici, con i drammi e il romanticismo dei vecchi tempi Del resto il tocco antiquato dei viaggi è scomparso solo di recente.

Il tao del viaggio è pieno zeppo di citazioni e curiosità letterarie sul mondo del viaggio: da aforismi celebri a testi sconosciuti (almeno per me), dalle leggi di Murphy sul viaggio alle considerazioni di alcuni viaggiatori sui loro libri.

Un libro che parla di viaggi e che invita a viaggiare nei libri. Del resto, per citare il saggista e romanziere Pico Iyer (presente nel libro di Theroux):

La cosa più importante da mettere in valigia è un libro: probabilmente nessun compagno di viaggio sarà più generoso, originale, vivace e socievole. Penne e taccuini, naturalmente; sono pezzi d’America da distribuire. Una guida Lonely Planet per arrabbiarsi e criticarla ferocemente. Altri romanzi e biografie per le attese di otto ore. Credo di dedicare più tempo a decidere quel che non voglio portare con me: presupposizioni, iPod, macchine fotografiche, piani, amici (nella maggior parte dei casi), computer, cuffie, lozione per il sole, riassunti, aspettative.

Paul Theroux
Il tao del viaggio. Quando la saggezza viene dalla strada
traduzione di Giuliana Giuliani
Dalai Editore, 2012
ISBN 9788866206675
pp. 345, euro 19,90

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: