La Ue contro la frammentazione del mercato editoriale

Si spera vengano fuori delle idee propositive dal "sondaggio" che l'Unione Europea effettuerà presso tutte le associazioni dei consumatori nel giugno 2008.

Il tema sarà importante, e per noi interessante: elaborare idee e progetto "contro la frammentazione del mercato editoriale". Infatti questa viene considerata un "problema a cui oggigiorno - con l’enorme diffusione degli acquisti on line e del file sharing - si deve far fronte". Ad esempio, solo nel Regno Unito il 25% delle rendite arriva dalle vendite via Internet.

Invece, con i suoi intenti di unificazione culturale, l'Ue va controcorrente e decide di costruire "un mercato unico dei contenuti on line, dai film, alla musica e ai giochi".

Questo poichè, come spiega il commissario Ue dell’informazione Viviane Reding "il settore è caratterizzato da mancanza di chiarezza , leggi orientate al consumatore per l'accesso a contenuti online protetti dal diritto d'autore e una serie divergenze tra gli operatori sulle questioni fondamentali come i diritti e le copie private". E' necessario invece "dare certezza giuridica ai produttori, una giusta remunerazione ai creatori e un ampio accesso alla ricchezza dei contenuti online ai consumatori".

  • shares
  • Mail