Speciale editoria: Di Renzo ed.

"Esiste ancora l'amore per i libri o l'editoria italiana è ormai soltanto una grossa operazione di marketing economico?".

Da questo quesito era partito lo speciale editoria di Booksblog, e oggi a risponderci è una casa editrice che alle normali difficoltà del mercato editoriale, aggiunge il fatto di essere specializzata in pubblicazioni di divulgazione scientifica: l'editore Di Renzo.

"Ci occupiamo di un settore di nicchia, che attrae un pubblico limitato ma molto fedele e attento alle novità e al quale, forse, riusciamo a trasmettere la nostra passione nel fare libri - spiega dalla casa editrice Johanna Hofmann, che cura la comunicazione con la stampa- Spesso abbiamo scelto di pubblicare dei libri interessanti pur sapendo che avrebbero avuto un mercato limitato. Possiamo dire però con soddisfazione che spesso siamo stati smentiti… I lettori sono molto meno prevedibili di quanto non vorrebbero le leggi del mercato".

La Di Renzo Editore è stata fondata nel 1995 da Sante Di Renzo, chimico e psicologo. L’idea iniziale è stata quella di ripubblicare un testo di un grande matematico italiano, Luigi Fantappiè, cui l’editoria italiana non era più interessata, ci spiegano.

"L’operazione è riuscita meglio del previsto e sono nate altre pubblicazioni fino all’idea della collana I DIALOGHI, che raccoglie in una forma originale, a metà tra intervista e biografia, gli incontri che l’editore ha avuto con personaggi di spicco del mondo della cultura scientifica e non solo".

Ora in catalogo, quasi 100 titoli, fra cui anche numerosi premi Nobel: la casa editrice pubblica essenzialmente opere di divulgazione scientifica, in particolare di fisica e matematica, ma c'è molta attenzione anche ai nuovi settori, come la genetica e le neuroscienze, e c'è anche una collana dedicata alla psicologia, qualche testo di narrativa e "una interessante serie dedicata alla divulgazione delle opere di Giordano Bruno" .

"Negli ultimi anni siamo sempre cresciuti, anche se di poco, e in un panorama come quello dell’editoria italiana non è un risultato da sottovalutare - ci spiegano - investiamo molto sui giovani, perché la nostra Collana I DIALOGHI si rivolge proprio ai liceali e ai giovani universitari in cerca della strada da prendere per il proprio futuro".

Interessante anche l'idea di promuovere un "Progetto Lettura" (incontri fra le scolaresche e gli autori della casa editrice).

Quanto contano, in questo senso, le fiere? "Quelle dedicate alla piccola editoria o al settore scientifico hanno contribuito molto a farci conoscere. La fatica non è poca, ma la casa editrice è indipendente e siamo ancora abbastanza piccoli da godere dei nostri piccoli successi".

Una chicca? Fra gli autori della casa editrice "ci sono pochissime donne, ma sono quelle che vendono di più: in cima alle nostre classifiche ogni anno ci sono sempre Margherita Hack per la scienza, Anne Schützenberger per la psicologia e Antonella Tavassi La Greca per la narrativa".

  • shares
  • Mail