Speciale editoria: Terre sommerse ed.

La storia della casa editrice e discografica Terre Sommerse è molto particolare: essa nasce infatti nel 1998 come Associazione no-profit. “L'idea – ci spiega il presidente dell’associazione Fabio Furnari - era quella di dare voce all'arte e agli artisti che spesso vengono soffocati da una cultura e sub-cultura di massa e attraverso l'arte promuovere iniziative di solidarietà”.

Tutto questo sempre mossi dalla grande passione per i libri, "che esiste ancora, perchè il libro è un oggetto insostituibile che ti permette di svogliare i "tuoi" sogni". Fra i fondatori, ci sono Valeria Faillaci (scrittrice), Massimiliano Faraci (musicista), Sandro Tabellione (cantautore), Niccolo' Carosi (poeta- critico), Marina Piergentili (sett. amministrativo), Maurizio Angelozzi (musicista).

“Nonostante lavoriamo da anni nella vita continuiamo a svolgere (purtroppo) ancora le nostre attività - spiega Furnari - abbiamo attualmente 4 collane: una di poesia, una di saggistica con un'attenzione particolare all'esoterismo, una di narrativa, un'altra collana di poesia diretta dal critico d'arte Italo Evangelisti”.

Prospettive future, gli chiediamo? “Tante. Vogliamo andare avanti e crescere. Crediamo di essere sulla strada giusta”. E, alla domanda se ci sono dei fattori (socioculturali, economici) che li spingono a pensare che potrete crescere ulteriormente (le fiere, una maggiore abitudine alla lettura fin da ragazzi...), rispondono che sicuramente le "fiere e le iniziative che possono mobilitare grandi masse hanno sempre un risvolto positivo".

Inoltre, tengono a sottolineare che anche “Università e scuola, e in generale gli enti di formazione hanno ruolo importante - come spiega Furnari - ma solo quando riescono a ricoprirlo, ovvero quando sono in sintonia con le domande e le necessità della società e dei giovani. In questo caso assumono un ruolo non solo “didattico”, ma di formazione per la loro vita”.

  • shares
  • Mail