Regali per Natale: top 5 libri per i "maschi" della vostra vita

Una delle cose che un appassionato di libri - per attitudine o (fortuna sua) per lavoro - ama fare è indubbiamente quello di trasmettere la sua passione agli altri e, ovviamente, di dare consigli agli amici sui libri da regalare ai loro amici/parenti etc... Con questo spirito, mi fa molto piacere stilare una mia personale lista di libri adatti da regalare per queste feste.

Premetto che ho elaborato questa classifica basandomi su un'idea di partenza: come rendere un regalo il più gradito possibile ad una persona, magari anche a quell'amico/parente che sembra allergico alla carta stampata peggio dei monaci del nome della Rosa? Scegliendone uno che direttamente o indirettamente parla delle sue passioni direi, dal cioccolato al cinema finendo alle air band (e che ne so, dico per dire).

Bene o male infatti ogni nostro amico/a ricade in una categoria particolare, e arriviamo a pensare di conoscerlo proprio sapendo di conoscere le sue passioni. Ecco allora la mia prima "Top five" : si tratta di libri che ho comprato per interesse personale o che ho letto per lavoro, spero vi siano utili! E se volete aggiungete vostri suggerimenti per ogni categoria, of course. Partiamo dai maschi, dai.

Per l'amico maschio (forte lettore): "La banda delle casse da morto" di Nick Laird (minimum fax). Un autore da consigliare (anche se ha scritto solo un romanzo e un libro di poesie) perchè fa davvero ridere. Se gli piace Nick Hornby, gli piacerà.

Per l'amico maschio (lettore debole): incuriositelo con un libretto smilzo, di tendenza: "Suicidi falliti per motivi ridicoli" (ed. Coniglio). Si divertirà.

Al papà/suocero. Sicuramente "La Roma dei Cesari" di Giles Chaillet: piantine con colori originali, Roma antica ricostruita strada per strada (se avete 40 euro da sborsare...se no fate a metà con mamma e fratelli, dai!).

Al fidanzato che-vi-trascura-per-il calcetto (ma dai...due-tre volta a settimana! Siete voi che esagerate, ci giurerei!). Direi "Contropiede. Breve discorso sopra il metodo del calcio" di Daniele Camilli (Nottetempo).

Per il collega-conoscente di cui ancora sapete poco: Libroterapia di Miro Silvera (Salani). La copertina vi farà fare anche bella figura, ed è un libro che fa piacere avere (anche se magari non lo sfoglierà nemmeno). E' il tipico effetto totem. Mai sentito?
e...
per l'amico gay: "Tu cher dalle stelle", di Matteo B. Bianchi (ed. Playgroung): una deliziosa "lettera a Babbo Natale" da parte di un bimbo in tutù.

  • shares
  • Mail