Il futuro non è nostro: la collana di libri con l'inchiostro che scompare dopo tre mesi

Buone notizie per il nutrito reggimento dei libri lasciati a metà, dei viaggi mentali di una manciata di pagine cominciati e mai finiti, degli iniziatori seriali di volumi che poi vengono puntualmente lasciati a languire sul comodino del letto. Otto scrittori sudamericani e un limite di tempo massimo di tre mesi. Cos'è?

È la curiosa iniziativa Il futuro non è nostro di una casa editrice argentina, che mette in vendita i libri dei giovani autori di cui sopra, ancora sigillati; il trucco c'è e si vede -almeno fino a un certo momento- perchè l'inchiostro speciale allo scadere dei tre mesi, scomparirà come per magia.

Un'idea di marketing che nasce per promuovere le nuove proposte, offre un discreto margine di tempo per assaporarle e tiene lontano lo spettro del temuto abbandono su una mensola fuori mano.

"Leggere è un'urgenza vitale", afferma il direttore creativo della casa editrice, che spera in un mondo migliore, dove il nutrimento della mente come è una pratica che tutti coltivano nel quotidiano nonostante gli impegni. Questa iniziativa la vedrei come un'ottima opportunità per motivare i bambini e i ragazzi a leggere e per incrementare l'amore per l'oggetto libro, con i suoi segreti tattili e olfattivi, e reso ancora più affascinante grazie a quell'inchiostro misterioso.

Attenzione quindi, dalla prima volta che lo aprite, inizia il countdown!

  • shares
  • Mail