Via col vento, non c'è pace per Rossella O' Hara

Gli eredi di Margareth Mitchell avevano commissionato ad uno scrittore, sei anni fa, la stesura della terza "puntata" di "Gone with the wind", il capolavoro della celebre parente, best seller assoluto del secolo scorso. Il nuovo libro, come annunciano oggi le agenzie stampa, uscirà fra pochi mesi in America. Infatti, dopo che la scrittrice statunitense Alexandra Ripley era riuscita a vendere 6 milioni di copie, nel 1991, con "Scarlett", l'idea è stata quella di continuare la saga. E questa volta l'autore scelto è stato un uomo, Donald McCaig, che ha giustificato i lunghissimi tempi di stesura del suo testo con il fatto che i suoi clienti (ovvero gli eredi della Mitchell) sono stati sempre molto esigenti con il suo lavoro.

Mah. Io ho comprato "Scarlett", e ricordo che le prime pagine mi erano anche piaciute (se non sbaglio veniva descritto il funerale della piccola figlia di Rossella). Ma continuando a leggere mi è venuta una nostalgia fortissima per la scrittura della Mitchell, ho avuto paura che i personaggi mi avrebbero deluso, o che il romanzo avrebbe annacquato i miei ricordi del bellissimo "Via col vento", e ho chiuso tutto. Che fine ha fatto quel libro? L'ho perso (per fortuna).

  • shares
  • Mail