Sei secoli di arte del libro in mostra a Parigi

Rotta verso il Musée des Lettres et Manuscrits per ripercorrere gli ultimi sei secoli della storia dei libri. Fino al 20 gennaio 2013 sarà possibile affondare, con occhi e orecchie, nella fantastica vicenda che ha come protagonisti proprio i nostri amati tomi, analizzati nel periodo cruciale del loro sviluppo.

Dopo il grande successo della mostra dedicata all'opera di Jack Kerouac, l'esposizione in questione traccia un profilo approfondito dei seicento anni trascorsi dall'invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg (evento talmente decisivo da essere considerato da alcuni storici come l'inizio dell'era moderna) fino alla dematerializzazione alla quale siamo confrontati ai giorni nostri.

Fedele al sottotitolo "Dagli incunaboli al libro d'artista" la mostra schizza un quadro affascinante servendosi della ricca raccolta di tesori custoditi nel museo ospitante. Dalle opere medioevali rigidamente codificate, ma abbellite da sontuosi ornamenti, alle sperimentazioni creative del XX secolo, passando per stupefacenti portolani forieri di avventure lontane nello spazio e nel tempo, sono più di un centinaio gli oggetti riuniti e presentati ai visitatori dal presidente del Museo Gérard Lhéritier e dal curatore Pascal Fulacher:

Alla fine di un tale volo esplorativo su sei secolo di arte del libro, i partecipanti saranno in grado di situare meglio le grandi evoluzioni dalle sue origini ai giorni nostri. Delle evoluzioni tecniche, economiche ed estetiche al medesimo tempo, che ci hanno portati dritti ai libri come li conosciamo oggi, esemplari dalle potenzialità infinite che hanno saputo adattarsi alle molteplici esigenze del loro tempo. Di fronte al digitale il libro stampato ha ancora dei bei giorni dinanzi a sé, come attestano questa esposizione e il testo che l'accompagna.

Via | museedeslettres.fr

  • shares
  • Mail