La classifica dei libri della settimana. Piace la parodia di E.L.James

Eccoci qua con la classifica dei libri della settimana, che in questi sette giorni è davvero cambiata molto, molto poco, a parte due new entry. Una la dobbiamo a una firma che fa “audience” di per sé, quella di Corrado Augias, che entra in settima posizione con I segreti d'Italia. Storie, luoghi, personaggi nel romanzo di una nazione (Rizzoli).

Non basta guardarla com’è oggi l'Italia; per cercare di capire bisogna ricordare anche le molte vicende del suo passato, la dimensione immaginaria degli eventi, le sue “chimere”

spiega Augias, che ripercorre in un testo a metà fra amarcord e saggio una personalissima visione di storia, declino e futuri possibili del nostro Paese.

L'altra, in ottava posizione, va al “rimorchio”, come dire, del successo della Trilogia di E.L.James (che ancora troviamo puntualmente ad occupare i primi tre gradini del podio): si tratta di Cinquanta sbavature di Gigio di Rossella Calabrò (Sperling & Kupfer), che propone cinquanta validi motivi per preferire, al protagonista della trilogia di E.L.James, Gigio, appunto. Che è brutto, goffo ma ha dalla sua un'arma irresistibile: l'ironia.

Riprendiamo però un attimo con un salto all'indietro dalla posizione numero 4 (visto che le prime tre, come abbiamo detto, sono occupate dalle “gradazioni” di E.L.James). Subito sotto il podio troviamo il buon Gramellini, con Fai bei sogni (Longanesi) che si sta rivelando un vero e proprio piccolo long seller (ma visto il successo dell'Ultima riga delle favole c'era poco da dubitarne).

Dunque, questa settimana Gramellini supera anche Camilleri e la sua Lama di luce (Sellerio). Balzo in avanti, in sesta posizione, per Andre Agassi e il suo Open (Einaudi) che invece ci eravamo quasi rassegnati a salutare visto che era finito in ultima posizione, nella precedente rilevazione.

In settima posizione, come dicevamo, troviamo I segreti d'Italia di Augias, seguito dalle 50 sbavature. Buon penultimo l'altro “piccolo caso letterario” di questa estate, quello di Fulvio Ervas e il suo Se ti abbraccio non aver paura (Marcos y Marcos). Ultimo, e chissà se uscirà dalla classifica, un altro autore best seller come Mauro Corona, e il suo La casa dei sette ponti (Feltrinelli)

  • shares
  • Mail