Hanif Kureishi: Da dove vengono le storie?

ddvlsHanif Kureishi è uno scrittore di origini pakistane nato a Londra nel 1954, la cui attività si è sviluppata prima con diversi testi teatrali (The Mother Country), poi con sceneggiature per il cinema (My Beautiful Laundrette, Sammy e Rosie vanno a letto), per poi arrivare alla scrittura di romanzi (Il Budda delle periferie, The Black Album, Nell'intimità). Di questo poliedrico autore non si possono tuttavia tralasciare nemmeno i testi di ambito saggistico: rappresentativo e molto interessante è Da dove vengono le storie? edito da Bompiani nella collana pasSaggi.

Questo libro è una lunga chiacchierata dello scrittore anglo-pakistano sulla letteratura, sull'arte e il piacere di scrivere, sulle fonti di ispirazione più frequenti per gli scrittori e sugli aneddoti personali che hanno caratterizzato la sua carriera di scrittore. Nella prima parte c'è l'agrodolce ricordo del padre di Kureishi, scrittore mancato, che però solo nella scrittura trovava vera soddisfazione e metteva concreto impegno.

Un libro che si presenta come un saggio, ma che al tempo stesso si pone al lettore come una piacevole conversazione con uno scrittore dal pungente umorismo e dall'impressionante capacità espressiva e narrativa:

Le storie sono dovunque e possono essere nutrite delle cose più semplici. O meglio, come avrebbe potuto dire mio padre, delle cose più semplici, se sono quelle giuste, precise, corrette, e se il materiale scelto è proficuo, utile e sufficientemente malleabile. Dico 'materiale scelto', ma se lo scrittore è attento, le storie di cui ha bisogno per dare forma alle sue urgenze capiteranno spontaneamente.

  • shares
  • Mail