Festivaletteratura 2012, impressioni dalla prima giornata

A Mantova è in corso il Festivaletteratura 2012 ed è un bel segnale di ripresa dopo la paura del terremoto della scorsa estate; la città si riempie ancora una volta di cultura e di libri con le Biblioteche Circolanti (due bibliobus curati da quattro intellettuali, che si spostano nelle piazze più popolari); purtroppo non posso farvi un report in soggettiva, non trovandomi in loco, ma penso che una buona idea di quello che sta succedendo la potete ottenere guardando su twitter alla voce #citfest. Qui gli estimatori del Festival dei libri (che si svolge fino al 9 settembre 2012) aggiungono le loro citazioni preferite, carpite ai personaggi che lo affollano e lo rendono un dispensatore di chicche letterarie e non.

Quali sono allora gli incontri che ci hanno incuriosito di più ieri, prima giornata della kermesse? In mattinata c'è stato lo spettacolo/tributo a Tiziano Terzani, con il ricordo del suo intervento a Festivaletteratura 2002, quando presentò Lettere contro la guerra. Nel pomeriggio, dopo le visioni multimediali dell'Ariosto con Lettere, Voci e immagini d'Orlando, Federico Taddia ha incontrato in Piazza Castello Massimo Gramellini per l'iniziativa Scrittori nella Rete e Emilio D'Alessandro, ex autista (e tuttofare fidatissimo) di Stanley Kubrick, ha parlato in serata mostrando al pubblico le foto inedite del grande regista inglese. Da intercettare assolutamente poi, nei giorni a venire, gli interventi della professoressa bizantinista Silvia Ronchey che ha presentato il Buddha Bizantino e ha parlato delle nuove visioni del pensiero junghiano con Dedicato a Jung.

Foto | twitter

  • shares
  • Mail