Abbiamo ritrovato la vita, di don Fortunato di Noto

Abbiamo ritrovato la vita, di don Fortunato di Noto“Ho subìto ma non ho parlato, sennò chissà che vergogna”. “Ho subìto ma sono scappato dal paese perchè tutti mi davano contro”. “Ho subìto ma soffro ogni giorno”.

Ecco alcune delle frasi più ricorrenti nelle tante lettere, confessioni a cuore aperto e testimonianze illuminanti ricevute negli anni dal prete "on the road", (don) Fortunato di Noto, fondatore di Meter Onlus. Le ha raccolte in un libro, Abbiamo ritrovato la vita. Dall'abuso alla risurrezione (ed. San Paolo).

Un libro che voglio segnalare perché l'associazione fondata da don Fortunato, Meter onlus, per mancanza di fondi rischia di non sopravvivere a questo 2012, come denunciano in questi giorni proprio lo stesso Di Noto.

Si tratta di lettere di ex vittime che mostrano quanta gioia sia possibile ritrovare anche dopo il tunnel di un dolore così profondo; che raccontano di come si può rinascere trovando un sentiero di salvezza fuori dallo schifo dei ricordi, curando le piaghe dell'anima lasciandosi tenere per mano da Cristo.

Spero che il libro abbia successo, portando alla onlus degli introiti grazie alle vendite, naturalmente, non solo perchè l'associazione si occupa di prevenzione del fenomeno per gli operatori che vengono in contatto con bambini, ma anche perchè si “sporca le mani” segnalando attivamente persone sui cui poi interviene la giustizia.

Don Fortunato, sul sito di Meter, segnala ad esempio gli arresti di pedofili avvenuti grazie alle segnalazioni della onlus - come quella, questa estate, di un istruttore di equitazione del mantovano.

Oltre quello di fare una piccola donazione, l'invito è quello naturalmente anche a segnalare siti “sospetti” e reti di pedopornografia in cui incappate sul web o, per chi vuole, ad aderire alla proposta di diventare “volontari” della onlus.

Nel volume, diviso in tre parti, ci sono come dicevamo le storie dei ragazzi e delle ragazze che hanno subìto e sono "rinati", ma ci sono anche tanti dati sull'orribile fenomeno della pedofilia in Italia e nel mondo, oltre ad essere riportata una lettera a cuore aperto di un pedofilo pentito.

Chiudo con la domanda che ancora mi pongo sul perché una realtà come Meter dovrebbe abbassare il sipario. Se lo farà – e già una sede di Ragusa, ad esempio, ha chiuso i battenti – il mondo è destinato a divenire un po' più buio per tutti.

Fortunato di Noto
Abbiamo ritrovato la vita
San Paolo ed.
11 euro

  • shares
  • Mail