Premio Campiello 2012: vince Carmine Abate con La collina del vento

Premio Campiello 2012: vince Carmine Abate con La collina del vento

Carmine Abate ha vinto il Premio Campiello 2012 con il romanzo La collina del vento, edito da Mondadori. Abate era dato come favorito già nei giorni scorsi e, secondo gli osservatori, la sfida era tra lui e Marcello Fois (Nel tempo di mezzo, Einaudi), già finalista allo Strega. Carmine Abate, invece, se l'è dovuta vedere con Francesca Melandri e il suo Più alto del mare (Rizzoli) che si è classificata seconda. Fois si è aggiudicato il terzo posto.

Gli ultimi due classificati – Marco Missiroli con Il senso dell'elefante e Giovanni Montanaro con Tutti i colori del mondo – erano i miei preferiti: non che gli altri non meritassero, ma tra tutti e cinque i romanzi sono quelli che mi hanno più colpito.

I finalisti

Premio Campiello 2012: i finalisti

La cinquina finalista della cinquantesima edizione del Premio Campiello era la seguente:

Carmine Abate, La collina del vento, Mondadori
Marcello Fois, Nel tempo di mezzo, Einaudi
Francesca Melandri, Più alto del mare, Rizzoli
Marco Missiroli, Il senso dell’elefante, Guanda
Giovanni Montanaro, Tutti i colori del mondo, Feltrinelli

Premio Campiello 2012: i finalisti mostrano i loro libri
Premio Campiello 2012: Carmine Abate
Premio Campiello 2012: Francesca Melandri
Premio Campiello 2012: Giovanni Montanaro
Premio Campiello 2012: Marcello Fois
Premio Campiello 2012: Marco Missiroli
Premio Campiello 2012: i finalisti

Gli altri premi

Oltre al vincitore, ci sono stati altri premi: a Dacia Maraini – che nel 1990 vinse il Campiello con La lunga vita di Marianna Ucrìa – è stato consegnato il Campiello alla carriera con la seguente motivazione:

Il nostro è un omaggio ad una scrittrice italiana tra le più conosciute. Già vincitrice del Premio Campiello nel 1990, la sua fama è dovuta anche al suo grande talento come critica, poetessa, saggista e sceneggiatrice. È diventata un riferimento della cultura italiana. Da sempre attenta ai temi femminili è una delle voci più importanti della nostra narrativa.

Roberto Andò, invece, ha vinto il Campiello Opera prima con il romanzo Il trono vuoto (Bompiani). Vincitrice del Campiello Giovani – giunto quest'anno alla diciassettesima edizione – è Martina Evangelisti, vent'anni, che si aggiudica un viaggio in Europa. Il suo racconto – Forbici – narra dell'incontro di un uomo e una donna che si erano amati da ragazzi. Martina Evangelisti ha affermato che da grande vorrebbe fare l'insegnante.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: