Un giallo gattesco

Sono centinaia i libri dedicati a chi ha la passione per i gatti: storie commoventi o curiose in cui siano protagonisti la loro intelligenza o l’affetto che sanno darci nei momenti difficili. Tanti anche i romanzi che raccontano il mondo visto “ a quattro zampe”. In questo filone, in Italia, si inserisce la strana storia di due autrici (mamma e figlia) che da anni per la collana “Felinamente” di Mursia scrivono storie in cui la vita di questi compagni domestici si intreccia con originalità a quella dei loro padroni umani. La novità è che quest’anno Gabriella Ardizzone a Ilaria Guerra hanno deciso di dedicare agli amati gatti un libro un po’ diverso dal solito, un vero e proprio “giallo” a otto zampe, potremmo dire: “La micizia”.

La trama sembra perfetta per un film di Walt Disney stile “Carica dei 101”, come leggiamo sulle pagine del Venerdì di Repubblica del 31 agosto: Anteria e Tapir, (nonostante i nomi, sono loro i due umani) sono alle prese con un omicidio e Grande Nero e Poutzo (i due quattrozampe) devono invece tutelarsi dagli agguati di un misterioso personaggio goloso di carne feline.

La morale suggerita dal titolo è proprio che solo con la solidarietà fra uomini e animali (la micizia, appunto), è possibile risolvere tutte le piccole e grandi difficoltà che la vita ci pone davanti.

Curiosa anche la storia delle due autrici. La mamma, chirurgo ormai in pensione a Torino, nelle pause dal lavoro si occupava della colonia
felina che viveva nei giardini della struttura in cui era impiegata (dall’esperienza nel 2000 è nato il suo primo romanzo, “I gatti del parcheggio”, stessa casa editrice). La figlia, laureata in lingue stranieri, ha ereditato la stessa passione, e scrive racconti gatteschi per il sito Internet www.stringiamocilacoda.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: