Il '77, l'anno "terribile" raccontato dai libri

Sul numero di Pulp libri di luglio-agosto c'è un interessante approfondimento bibliografico dal titolo "1977. Letture dall'anno terribile" che, attraverso le opere uscite negli ultimi anni sul Settantasette e sul movimento, cerca di riflettere sul modo che ha il nostro paese di costruire e raccontare la Storia.

Contributi del movimento e voci di chi allora è stato protagonista e opere di taglio giornalistico: letture che Domenico Gallo, autore dell'articolo, non ritiene comunque sufficienti per storicizzare quel periodo, momento storico non ancora metabolizzato dalla società e su cui non si è mai trovata (né voluta) la volontà politica di fare luce.

E ancora una volta il mondo della cultura ha dimostrato di essere più avanti della politica, cominciando a raccontare e ad analizzare quanto accaduto, soprattutto attraverso la narrativa, tra film (pensiamo a "Lavorare con lentezza", per esempio) e romanzi che mettono in scena quel periodo, anche a uso di chi non c'era e non ne sa nulla, e anche con gli approfondimenti critici e storici di riviste culturali come Carmilla.

  • shares
  • Mail