J. T. Leroy: l'inganno costa il triplo

Che J. T. Leroy (Sarah, Ingannevole è il cuore più di ogni cosa) fosse un personaggio creato dalla fantasia di Laura Albert ormai è una verità assodata: per questo l'autrice di quei romanzi presentati come autobiografie di una vita difficile e border line è stata condannata per truffa. Dubbi sulla reale identità di Leroy erano già stati espressi anche sulle pagine di Booksblog.

Ma non è finita qui. Come riporta il quotidiano inglese Guardian, il giudice Jed S. Kaplan ha stabilito che l'autrice dei libri dovrà pagare il triplo delle spese legali stabilite con la condanna di giugno, per un ammontare di 380.00 dollari, alla società di produzione cinematografica Antidote International Films Inc. che aveva fatto causa alla Albert perché da lei aveva comprato i diritti per il grande schermo di un'autobiografia che poi si è rivelata fiction.

La Albert ha dichiarato alla corte newyorkese: "Era il mio respiratore. Se mi prendete JT, prendete il mio alter ego e morirò."

  • shares
  • Mail