Don Antonio Mazzi celebra i suoi 90 anni col libro "Amo i ragazzi cattivi"

Don Antonio Mazzi, fondatore Comunità Exodus per il recupero dei tossicodipendenti e il loro reinserimento nella società (comunità che fra pochi giorni festeggerà i 35 anni di attività), ha deciso di celebrare i suoi 90 anni con un libro in cui racconta i tanti ragazzi cattivi che ha conosciuto e aiutato nel corso della sua intensa vita.

Decine di storie ed esperienze di chi, dopo un periodo buio, ha scoperto Exodus e ha deciso di lasciarsi aiutare a rimettersi in piedi nonostante il luogo e difficile percorso da intraprendere.

È lo stesso Don Mazzi ha spiegare che "La vita non è fatta di aggettivi – buono, cattivo, intelligente, negligente, ribelle – ma di verbi. Nascere, crescere, studiare, lavorare, amare, odiare, parlare, ascoltare. Se poi i verbi li coniughi, allora ti accorgerai del capolavoro che hai davanti".

L'obiettivo di "Amo i cattivi ragazzi" è quello di invitare il lettore ad ascoltare la fatica e comprendere il dolore di chi ha cercato il supporto di Exodus, e comprendere che la rinascita è possibile per tutti, non importa quanto buio e difficile sia il proprio presente o sia stato il proprio passato.

"Amo i cattivi ragazzi", edito da Cairo Editore, è disponibile in versione cartacea e digitale in tutte le librerie d'Italia e su Amazon.

  • shares
  • Mail