Maturità 2019, la prima prova

Si avvicina l'Esame di Maturità 2019. Ma quando sarà la prima prova? E come si svolgerà il tema? Quante tipologie di tracce ci saranno quest'anno?

Maturità 2019: prima prova, tracce del tema

Manca ormai pochissimo agli esami di Maturità 2019. Gli studenti sono in fibrillazione anche perché quest'anno il MIUR ha messo in atto la Riforma della Maturità cambiando parecchie cose. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza sulle date della prima prova della maturità 2019, su come si svolgerà la prima prova (riferendoci anche ai cambiamenti effettuati dal MIUR) e quali siano le tipologie di tracce di quest'anno. Senza dimenticarci di dare un'occhiata a quanto dura il temuto tema della prima prova e quali siano i consigli per affrontare al meglio tale ordalia.

Maturità 2019: le date della prima prova

La data della prima prova dell'esame di Maturità 2019 è quella di mercoledì 19 giugno. Per completezza vi mettiamo tutte le date della Maturità 2019:

  1. prima prova, tema di italiano: mercoledì 19 giugno
  2. seconda prova: giovedì 20 giugno

Come di sicuro saprete, il terzo scritto, il temuto Quizzone, è stato cancellato dall'Esame di Stato. Questo vuol dire che oltre alle due prove ci sarà poi solo più l'orale. Le date dell'orale varieranno da scuola a scuola, ma non essendoci più il Quizzone è possibile che l'orale inizi prima.

Quanto dura la prima prova della Maturità 2019?

La riforma del MIUR non ha specificato se ci siano cambiamenti per quanto riguarda la durata della prima prova, per cui si presume che la durata sia quella classica di sei ore. Gli studenti che finiranno prima potranno uscire dall'aula in anticipo dopo aver consegnato il tema, ma non prima di un minimo di tre ore.

Maturità 2019: come ha cambiato il Miur la prima prova?

Il MIUR ha deciso di cambiare le carte in tavola con l'esame di Maturità 2019. Anche il classico tema ha subito delle pesanti modifiche. Se queste siano a vantaggio o meno degli studenti sarà tutto da valutare dopo questo esame. Ecco i principali cambiamenti:

  • analisi del testo: le tracce dell'analisi del testo saranno due, quindi saranno due anche gli autori. Inoltre verranno selezionati autori dall'Unità d'Italia in poi e non più solo quelli del Novecento
  • tipologie di tracce: saranno 3 e non più quattro. In totale ci saranno 7 tracce: 2 tracce per l'analisi del testo, 3 tracce per il testo argomentativo e 2 tracce per il tema di attualità
  • voto della prima prova: dalla Maturità 2019 il voto del tema di italiano vale 20 crediti

Il MIUR ha spiegato che tali cambiamenti si sono resi necessari per due scopi:

  • valutare il patrimonio lessicale e espressivo dell'italiano da parte degli studenti
  • valutare le competenze dei maturando per quanto riguarda l'evoluzione della civiltà artistica e letteraria italiana dall'Unità d'Italia in poi

Occhio che verrà data molta attenzione alle capacità grammaticali, alle competenze per realizzare testi coerenti e alla capacità di capire quale formulazione utilizzare nelle varie tipologie dei testi. Inoltre durante l'analisi del testo lo studente non dovrà solo dimostrare di essere in grado di interpretare il testo, ma anche di essere capace di metterlo in relazione con la propria esperienza formativa personale.

Se volete leggere il testo integrale della modifica del MIUR, potete trovarlo sul sito ufficale.

Come si svolge la prima prova dell'esame di maturità 2019?

Starà ai docenti spiegare come entrare nelle aule per la prima prova dell'esame di Maturità 2019. Una volta che gli studenti verranno fatti accomodare, la commissione provvederà a distribuire le tracce e vi fornirà indicazioni su quando potrete iniziare. Una volta lette le tracce e scelta quella adatta a voi, avrete sei ore per scrivere il vostro testo e consegnarlo. Ricordatevi di portare con voi:

  • carta di identità in corso di validità
  • dizionario di italiano
  • penna, a scelta nera o blu. Meglio portarne qualcuna di più per sicurezza
  • matita (ricordatevi però che sui fogli dell'esame che consegnerete dovranno esserci solamente scritte a penna, quella a matita non verranno considerate)

I fogli protocollo necessari vi verranno consegnati insieme alle tracce: sia quelli per la brutta che per la bella copia avranno il timbro del MIUR. Non è possibile utilizzare fogli diversi.

Come funziona il voto della Maturità 2019?

La Riforma dell'Esame di Maturità del MIUR non ha risparmiato neanche il voto finale che verrà così ripartito:

  • Crediti formativi: massimo 40 punti (l'anno scorso il massimo era 25)
  • Voto delle prove scritte: massimo 20 punti per ognuna delle due prove, quindi un totale di 40 punti
  • Voto della prova orale: massimo 20 punti

Inoltre la commissione potrebbe dare 5 punti extra a chi abbia ottenuto almeno 30 crediti formativi nel corso del triennio e almeno 50 punti complessivi totalizzati sia nelle prove scritte che in quelle orali.

Maturità 2019: spiegazione delle tracce del tema

Come dicevamo prima, quest'anno ci saranno 7 tracce suddivise in tre tipologie (contro le 4 dell'anno passato). Vediamole una per una.

Tipologia A: Analisi del testo (2 tracce)

Per quanto riguarda la tipologia A, si tratta della classica analisi del testo, sia esso in prosa o poesia. Dovrete leggere un brano, rispondere alle domande (sia chiuse che aperte), effettuare un'analisi critica e contestualizzarla all'interno della vostra esperienza formativa. Quest'anno potrete scegliere fra due tracce, il che vuol dire avere la possibilità di scegliere fra due autori diversi. Tuttavia è stato ampliato il periodo storico nel quale il MIUR può scegliere l'uatore: non solo più quelli del Novecento, ma tutti quelli dall'Unità d'Italia in poi

Tipologia B: Analisi e produzione di un Testo argomentativo (3 tracce)

La tipologia B è stata profondamente cambiata dal MIUR. In precedenza potevate scegliere se scrivere un saggio breve o un articolo di giornale partendo da una delle tracce fornite. Da quest'anno, invece, bisognerà svolgere un testo argomentativo scegliendo fra tre tracce. Queste tre tracce potranno riguardare diversi ambiti:

  • artistico
  • letterario
  • filosofico
  • scientifico
  • storico
  • sociale
  • economico
  • tecnologico

Lo studente dovrà scrivere un tema argomentativo basandosi su un estratto o un testo completo. Essendo un tema argomentativo, dovrete presentare sia tesi che antitesi, motivando il tutto attraverso conoscenze personali o i documenti forniti dal MIUR.

Tipologia C: Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità (2 tracce)

La tipologia C è il tema di attualità. Lo studente dovrà scrivere un testo che rappresenti una riflessione di tipo espositivo su una tematica attuale. Il testo verrà scritto basandosi sulle conoscenze personali o anche da eventuali testi che potrebbero essere forniti con la traccia. Per questo tipo di tema, fate sempre prima una scaletta e inserite esperienze e conoscenze personali attinenti alla tematica. Non lesinate le vostre opinioni, ma attenti a non andare fuori traccia.

Tototema alla maturità 2019

Il tototema delle tracce dell'esame di Maturità è una tradizione da rispettare ogni anno. Anche se, ogni volta, poi l'autore o le tracce sono totalmente differenti da quelle che chiunque aveva ipotizzato. Però ci si prova ogni anno. Considerate che ci sono anche parecchi anniversari storici e letterari che il MIUR potrebbe aver deciso di trasformare in traccia. Ecco il nostro totema della maturità 2019:

Tipologia A: analisi del testo

  • Giovanni Calvino
  • Massimo D'Azeglio
  • Goffredo Mameli
  • Martin Luther King
  • Anna Frank
  • Giovanni Falcone
  • Giulio Andreotti
  • John Milton
  • Vittorio Alfieri
  • Gabriele D'Annunzio
  • Honoré de Balzac
  • Luigi Pirandello
  • Edgar Allan Poe
  • Silvio Pellico
  • Lev Tolstoj
  • J.R.R. Tolkien
  • Emily Bronte
  • Primo Levi
  • Italo Svevo
  • Cesare Pavese
  • Ernest Hemingway
  • Antoine de Saint-Exupéry
  • Giovanni Verga
  • Eugenio Montale

Tipologia B: testo argomentativo

  • Inquisizione
  • Riforma Protestante
  • Risorgimento
  • Inno nazionale
  • Antisemitismo
  • Nazismo
  • Mafia e criminalità organizzata
  • NATO
  • Guerra Fredda
  • Romanticismo
  • Leonardo Da Vinci
  • Gian Lorenzo Bernini
  • Edvard Munch
  • Giorgio De Chirico
  • Picasso
  • Salvador Dalì
  • Futurismo
  • Manierismo
  • Charles Darwin
  • Rita Levi Montalcini
  • Peter Higgs
  • Antonio Meucci
  • Margherita Hack
  • George Simmel
  • Padre Pio
  • Papa Francesco

Tipologia C: testo di attualità

  • Neonazismo e neofascismo
  • Cambiamenti climatici
  • Plastica
  • Internet
  • Privacy sul web
  • NASA
  • Viaggi spaziali
  • Pandemie
  • Terremoti e catastrofi naturali
  • Chiusura dei dazi
  • Brexit
  • Crisi economica mondiale

Se state, invece, cercando le tracce che il MIUR ha fornito durante le simulazioni dell'esame di maturità 2019, le trovate qui. Con anche un piccolo giallo: il Ministero ha copiato le tracce di matematica e fisica durante le simulazioni?

Ulteriori tracce papabili per il tema di italiano alla Maturità 2019, le trovate nel nostro articolo in merito.

Consigli su come sopravvivere al tema e alla maturità

I consigli per superare con successo l'esame di Maturità sono quelli classici, adattabili a ogni tipo di esame:

  • non andate a dormire troppo tardi la sera precedente la prima prova: inutile studiare tutto all'ultimo, rischiate solamente di arrivare in classe poco riposati
  • indossate vestiti comodi (ricordatevi che non state andando a una sfilata di moda, un look sobrio è sufficiente)
  • leggete attentamente le tracce e scegliete quella a voi più congeniale, quella in cui avete maggiori conoscenze
  • fatevi sempre una scaletta da seguire per evitare di andare fuori tema o di dimenticare passaggi importanti
  • controllate e rileggete più volte per scovare errori grammaticali o refusi. Dopo aver finito di scriverlo, aspettate 5 minuti prima di rileggere tutto: in questo modo eviterete di farvi sfuggire qualche errore

Foto | iStock

  • shares
  • Mail