Vino a doppio senso

Pensate a delle tipologie di vino, magari a quelle che gradite di più, e immaginate di abbinarle non a dei cibi, sarebbe troppo facile, bensì a delle categorie di uomini e di donne. È quello che hanno fatto Stefania Zolotti e Leonardo Cemak in Vino a doppio senso, edito da Gabrio Marinelli Editore. È un testo molto simpatico e particolare, a cominciare da formato (più simile a un quadrato che al classico rettangolo) e impaginazione, che rispecchia in un certo senso la divisione tra mondo maschile e femminile. Il libro ha infatti una doppia copertina, un doppio inizio e una doppia fine e, aspetto più interessante, ogni sezione (uomini-donne) ha il suo verso di lettura. Oltre all’uomo-passito, o a quello che sa di tappo, e alla donna-ossidata, o a quella a temperatura ambiente, si trovano interviste (a tema) a vari personaggi tra cui spiccano Natasha Stefanenko e Neri Marcoré. Infine, dato l’argomento, non poteva mancare una parte dedicata ai matrimoni a tavola, con descrizione, informazioni e consigli per abbinamenti enogastronomici.

  • shares
  • Mail