Salone del Libro 2017: il programma e la squadra di Lagioia

Presentata a Torino la trentesima edizione della manifestazione torinese. Ecco la “squadra” del direttore Nicola Lagioia

La trentesima edizione del Salone Internazionale del libro di Torino, in programma dal 18 al 22 maggio 2017, è stata presentata questa mattina a Palazzo Madama dal nuovo direttore, Nicola Lagioia, e da Mario Montalcini, presidente della Fondazione per il libro.

Lagioia ha parlato di letteratura come di “partecipazione”, ha ringraziato il direttore uscente Ernesto Ferrero e anche Guido Accornero e Angelo Pezzana che trent’anni fa si inventarono il più importante evento italiano dedicato ai libri.

Poi, con piglio da commissario tecnico, Lagioia ha elencato i nomi dei membri della squadra che avrà il compito di allestire la prossima edizione del Salone e contrastare il nuovo evento milanese Tempo di libri.

A dar man forte all’autore de La ferocia ci saranno Giuseppe Culicchia (nome che era circolato alcuni mesi fa come possibile direttore), Loredana Lipperini (conduttrice radiofonica di Radiotre e organizzatrice di due eventi letterari, Gita al faro e I giorni della merla), Fabio Geda e Andrea Bajani (due scrittori che da anni gravitano intorno al Salone occupandosi dei lettori più giovani), Valeria Parrella, Mattia Carratello, Rebecca Servadio, Alessandro Grazioli, Ilde Carmignani, Eros Miari, Giulia Blasi, Giorgio Gianotto, Alessandro Leogrande e Vincenzo Trione.

Lagioia ha ricordato come questa squadra (che vede gli scrittori affiancati ad alcuni fra i più capaci professionisti del mondo dell’editoria nazionale) stia lavorando a proprie spese in attesa che la tribolata situazione finanziaria della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura si stabilizzi in vista dell’edizione 2017.

Sarà un salone fatto dagli scrittori, dagli editori italiani e stranieri, attento alla scuola, alla scienza, ai diritti, all’arte, alla fotografia, alla graphic novel e ai fumetti. Torino Comics tornerà a essere inserita all’interno dell’evento di maggio, come accadeva fino ad alcuni anni fa. Visto il successo di Lucca Comics (che quest’anno ha staccato 271mila biglietti, più del doppio dei 126mila del Salone 2016) il fumetto diventa strategico per contrastare a livello numerico il nuovo competitor milanese.

Negli scorsi giorni il Salone ha stretto un accordo con la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna (Bologna Children’s Book Fair) per sviluppare insieme un programma di iniziative, eventi ed attività rivolte al mondo dell’editoria per ragazzi nell’ambito delle rispettive rassegne e in ambito nazionale. Anche il Politecnico di Torino e il Teatro Regio rientrano nella nuova rete del Salone diretto da Lagioia. E ora al lavoro, perché sei mesi passano in un lampo.

Foto | Ufficio Stampa Salone del Libro

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail