Roberto Saviano, Il contrario della morte

Da ieri disponibili con il "Corriere della Sera" i "Corti di carta", racconti inediti firmati da famosi scrittori italiani, da Piperno a Moccia, dalla Tamaro a Faletti.
Ieri ho comprato il "Corriere" e ho letto il primo racconto allegato: "Il contrario della morte" di Roberto Saviano.
Ancora una volta l'autore di Gomorra è riuscito a rappresentare una delle tante facce drammatiche del nostro meridione, attraverso il racconto della storia di Maria, diciassettenne napoletana, "sposina inciampata prima di giungere all'altare". Il suo Gaetano, partito per l'Afghanistan per raccogliere i soldi necessari per il loro matrimonio, è morto in un agguato teso all'esercito italiano.
Il contrario della morte, che dà il titolo al racconto, è tratto da una canzone di Sergio Bruni. Il contrario della morte è l'amore, quello che tiene legata indissolubilmente Maria a Gaetano: anche solo attraverso il ricordo di ciò che è stato.
Altra piccola perla uscita dalle mani dell'autore campano.

  • shares
  • Mail